privati

NUOVE DISPOSIZIONI SUL MONITORAGGIO FISCALE - OBBLIGHI DI APPLICAZIONE DELLA RITENUTA DI INGRESSO ==> PROVVEDIMENTO SOSPESO 
Illustrazione e autocertificazione

  1. COMPRAVENDITA BANCONOTE ESTERE

Presso le filiali della Banca è possibile acquistare e vendere banconote estere aventi corso legale. Le divise negoziate dalla Banca sono le seguenti:

AUD = Dollaro Australiano
CAD = Dollaro Canadese
CHF = Franco Svizzero
CZK = Corona Ceca
DKK = Corona Danese
GBP = Sterlina Inglese
JPY = Yen Giapponese
NOK = Corona norvegese
SEK = Corona Svedese
USD = Dollaro statunitense

A causa dell’oscillazione delle quotazioni, il cambio applicato alla compravendita delle banconote estere può variare più volte nel corso della giornata operativa. A tal proposito presso la filiale è disponibile il relativo listino al quale fare riferimento.

Per il foglio informativo clicca qui
Per le quotazioni cambi della Banca d'Italia clicca qui

    
    
  1. NEGOZIAZIONE ASSEGNI ESTERI

Per assegno “estero” si intende:

  • un assegno emesso in divisa tratto su banca estera o italiana
  • un assegno emesso in euro tratto su una banca estera
  • un assegno in euro tratto su una banca italiana ed emesso da non residente
  • travelers cheques emessi in euro o in divisa
  •  

Pur essendo un mezzo di pagamento adottato in quasi tutti i Paesi del mondo, è bene prestare molta attenzione perché l’assegno estero presenta alcuni rischi. Può essere oggetto di smarrimento e furto; con la negoziazione la disponibilità non è immediata e, inoltre, la banca si riserva di riaddebitare l’importo nel caso in cui l’assegno non è onorato dalla banca trattaria; questo può accadere anche molti mesi dopo la data dell’accredito. E’ diverso il regime giuridico di riferimento, in alcune nazioni l’assegno non è autonomo con la conseguenza che il pagamento può essere bloccato con un semplice “stop payment”.

Per il foglio informativo clicca qui
Per le quotazioni cambi della Banca d'Italia clicca qui

    
   
  1. CONTO CORRENTE IN DIVISA ESTERA

Il conto corrente può essere aperto nelle principali divise estere a imprese e privati residenti o non residenti in Italia e ha caratteristiche del tutto simili a quelle dei conti correnti in euro, E’ nominativo, fruttifero e può essere utilizzato per la gestione di incassi commerciali, dei titoli esteri o investimento monetario

Per il foglio informativo clicca qui
Per le quotazioni cambi della Banca d'Italia clicca qui